2003-2004 Carlo Rebella

La carica di Presidente del Lions Club Savona Torretta è stata da me accolta con grande entusiasmo e spirito di servizio. Gli scopi che mi prefissai all’inizio del mio mandato erano tanti, ma sostanzialmente ho cercato di concentrare le mie forze su due obiettivi che ritenevo prioritari:

1) stringere, rafforzare, sviluppare sempre più i rapporti con le varie Istituzioni, con altri Clubs e Associazioni presenti sul territorio e fuori Provincia per far conoscere l’importanza dei Lions Clubs come movimento di servizio;

2) incrementare l’amicizia della nostra vita associativa, che con la crescita numerica dei soci, poteva allentarsi. Con l’aiuto dei Soci, il cui affiatamento e impegno mi hanno sempre sostenuto anche dal punto di vista morale e psicologico, ho iniziato questa “avventura” di lavoro e di servizio, con grande ed inevitabile coinvolgimento.

Ho puntato molto sulla stima, l’impegno, l’amicizia perché credo siano veicoli appropriati per la realizzazione di una società migliore, nella quale l’uomo deve rivestire un grande ruolo di equilibrio, umanità, professionalità. Ho avuto la soddisfazione di una vasta partecipazione della cittadinanza alle nostre manifestazioni (Piatto dell’estate, Danza Mare, La prima serata degli artisti …), ma quello che mi ha più gratificato è stato l’entusiasmo dei miei più stretti collaboratori che ringrazio con un lionistico abbraccio. Il Club Savona Torretta (come ben si sa) non va mai in vacanza, quindi si lavora anche d’estate. Infatti, dopo il faticoso e itinerante impegno del Campo Alpi e Mare svoltosi a luglio, il 2 agosto, presso il Ristorante la Playa, si è svolta per la ventesima volta un’importante Manifestazione per il nostro Club: Il Piatto dell’estate ovvero L’arte per l’Arte. Motivo d’orgoglio personale è stato quello che per la prima volta autore del piatto fosse un’artista donna: l’eclettica MILENA MILANI. Grande successo di serata e con il ricavato delle offerte abbiamo contribuito al restauro di una importante opera d’arte conservata nella Pinacoteca di Savona. E’ Stato un anno denso d’impegni, di manifestazioni più o meno importanti, che non elencherò, ma che sono state fatte tutte con un unico obiettivo: SERVIRE. Voglio solo ricordarne alcune che ci hanno impegnato notevolmente:

1) CHARTER NIGHT svoltasi al PALACROCIERE, con la presenza oltre che delle più importanti cariche cittadine, anche del CONSOLE GENERALE IN ITALIA dell’ERITREA delegato dal suo Governo a ringraziarci per quanto i LIOS CLUB hanno fatto per il suo paese. Ecco perché l’amicizia non ha confini ed è sempre più necessario superare il proprio orizzonte per stringere la mano prima idealmente e poi concretamente a chi ha bisogno.

2) L’organizzazione del 9° CONGRESSO DI CHIUSURA: 15 e 16 maggio 2004. Due giorni di intenso lavoro per tutti. I lavori si sono svolti sulla FORTEZZA DEL PRIAMAR, degna cornice per un avvenimento così importante cui hanno partecipato 260 congressisti e che ha richiesto cinque mesi di lavoro da parte dei Comitati.

3) L’istituzione di 4 BORSE DI STUDIO per le migliori tesi di Laurea ‑ facoltà di Ingegneria ‑ (2 per il corso triennale e 2 per il corso quinquennale) allo scopo di accrescere nei giovani un maggior interesse sulle innovazioni tecnologiche, industriali e scientifiche del territorio savonese e nello stesso tempo sensibilizzare la cittadinanza alla valorizzazione del Polo Universitario della nostra città.

Per concludere, posso affermare che questo mio anno di Presidenza, grazie al rapporto con i soci e al contatto con il pubblico, mi ha notevolmente arricchito di valori umani, fondamentali in una società che li sta sempre più dimenticando.

CARLO REBELLA